IL PRIMO FESTIVAL BIENNALE SULLA COESIONE SOCIALE

Misurare la coesione sociale in Italia

SOCIAL COHESION PAPER n.2 - giugno 2018 - A cura di Giulia Venturini, Università Bocconi e OCIS e Paolo Graziano, Università degli Studi di Padova e OCIS

Il tema della coesione sociale è diventato sempre più rilevante a livello internazionale, non solo nel contesto europeo. Oltre a sforzi definitori (quali ad esempio Berger-Schmitt, 2000; Jenson, 2010), nel corso degli anni si sono prodotti diversi studi che cercano di mappare la coesione sociale in modo sistematico, soprattutto a livello nazionale. La definizione operativa di coesione sociale prende le mosse dalla letteratura citata ed è la seguente: l’insieme di condizioni socioeconomiche, orientamenti e comportamenti ispirati alla fiducia che mirano a diminuire le disparità e gli svantaggi (di tipo culturale, economico, etnico, o sociale) all’interno di una popolazione di riferimento. Si tratta di una definizione estensiva che tiene volutamente conto di proprietà di processo e di risultato al fine di fornire una fotografia più ampia e articolata possibile del concetto di coesione sociale.
Il presente quaderno di ricerca è il secondo rapporto relativo alla mappatura della coesione sociale nelle regioni italiane. Esso aggiorna ed amplia il lavoro contenuto nel primo rapporto del 2016: non solo si presenta la versione aggiornata dell’indicatore contenuto nel primo quaderno, ma si propone un secondo indicatore – frutto di una riflessione condivisa all’interno dell’Osservatorio – che include nuovi importanti indicatori descritti di seguito, che ci permettono di rappresentare in modo ancora più ampio il concetto di coesione sociale.

Scarica il Social Cohesion Paper completo

 

Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente.Aggiorna ora

×